La storia di LINDASOFT e del bello di ATARI con Andrea Cucchetto

Reading Time: 2 minutes

Buongiorno e benvenuti in Atariteca Podcast.
Più che altro benvenuti a quel momento in cui vi spiego chi è l’ospite di questa puntata: Andrea Cucchetto.
Per capirlo bisogna partire subito da un’informazione: ad Andrea Cucchetto piace Atari. Gli piace Atari e gli piace sperimentare. Ovvio che quando ha potuto praticare queste due cose insieme abbia fatto di tutto, praticamente laqualunque.
Parliamo di una persona ricca di spunti artistici e creatività, e che annovera fra le sue passioni anche quella di cantare da tenore-baritono. Quindi oggi avremo ospite in Atariteca un Atariano programmatore tenore baritono. Una specie di supereroe dai variegati poteri, insomma.
Come molti programmatori della sua generazione inizia a lavorare programmando sugli home computer a 8 bit, ma lui fa una cosa che lo distingue dagli altri: produce giochi per LINDASOFT.
Dice, è cos’è LINDASOFT? Ai non Atariani questo nome non può dire gran che, ma in realtà fu una delle numerose software house che tentarono la scalata commerciale in quegli anni pionieristici di spalline imbottite e lacca per capelli, e di conseguenza aiutò alcuni dei programmatori più talentuosi a trovare il proprio futuro nel mestiere dell’informatica. Perlomeno quelli formatisi sulla scena degli anni ‘80 di sicuro sì.
Eccoci quindi di nuovo qui, io e Andrea, dopo quasi 40 anni a parlare di videogiochi e Atari, e mi sembra che sia io che lui siamo messi ancora bene. Per altri i computer Atari 8bit sono stati un unico, solitario grande fuoco, per alcuni invece l’unico. Pure quella Atari non esiste più e quella di adesso propone robe indeterminanti e incapaci di incidere un qualsiasi segno nella storia dei videogiochi.
A me alla fine è rimasta un po’ di quella sabbia nelle scarpe.
A suggellare la passione di Andrea Cucchetto per il mondo Atari c’è il possibile rilascio di SPACE TAXI per A8bit, sempre che esista sempre qualcuno, in Italia, che abbia la voglia e la capacità di aiutarlo.

lindasoft


Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arrivo su un cargo battente bandiera liberiana e mi installo nella cultura pop anni 80/90. Atariano della prima ora, tutte le notti guardo le stelle e aspetto che arrivino gli UFO.

Il Blister di Retrogaming

Categorie

Connettiti con l'autore

Support Atariteca Podcast

UNA PILLOLA A CASO

IL FLOP della LINEA 264 con Luca Cusani di PIANETA COMMODORE

IL FLOP della LINEA 264 con Luca Cusani di PIANETA COMMODORE

Ritorno di fiamma con Luca Cusani in Atariteca. Il rischio esplosione è elevatissimo e l'unico modo ...