La Vera Storia Dei Pirati Di MONKEY ISLAND con Danilo Puce di Radio Pirata

Reading Time: 2 minutes

monkey island

 

La letteratura piratesca è generalmente percepita come un gigantesco insieme di letture per bambini.
Se a cinquant’anni vai in giro a dire che stai leggendo un eccellente libro sui pirati la gente ti guarda strano, in tralice, poi fa un mezzo sorrisetto e finge un malcelatissimo stupore seguito da una fresetta ironica tipo: «Ma davvero? Mmmh. Accidenti?!» e poi cambia frettolosamente argomento.
Quello che la moltitudine con sa è che fra i numerosi albi del genere si celano delle autentiche perle della letteratura dove vengono raccontate storie di uomini e navi, sangue e ferro, costrizioni e liberazioni, amori veri e poi traditi. Insomma. Tutte cose che vanno molto oltre lo stereotipo sancito da “L’Isola Del Tesoro” di Stevenson, per capirci, che sono super sicuro sia l’unico libro che una piccolissima percentuale di voi ascoltatori si è fatto tornare in mente.
La domanda che mi pongo è: Quanto c’è di vero nelle saga di Monkey Island? Quanti riferimenti a pirati realmente esistiti sono presenti nella serie di avventure grafiche di LucasArt più amata da noi anzianotti del videogiocare?
Per rispondere a questa domanda ho convocato in Atariteca Podcast Danilo Puce, uno dei due conduttori di “Radio Pirata Podcast – il podcast dedicato al mondo della pirateria” varato circa un anno e mezzo fa.
In particolare Danilo Puce è anche uno stand-up comedian, ed è popolare su Youtube per il suo canale Danny Hyena. È anche uno scrittore dato che ha pubblicato un libro intitolato “ IL CLUB DEL SUICIDA”, e inoltre, ciliegina sulla torta, fa MEME orribili sulla pagina facebook “Spegni Il Computer e Vai a Dormire “.
Quale personaggio più perfetto di questo per incastonarsi idealmente all’interno di Atariteca e illuminarci su tutte quelle connessioni e aneddoti pirateschi presenti nelle avventure dell’isola delle scimmie, no?

A voi pendagli da forca ricordo che se desiderate sostenere Atariteca Podcast lo potete fare versando un pezzo da 8 e offrendomi un caffè. E in merito a questo devo ringraziare Giuseppe Serlupi, Fabrice79 e Sergio76.
A voi avanzi di sentina ricordo di aprire la app di Spotify ed esprimere una valutazione positiva sulla pagina dedicata ad Atariteca Podcast.
A voi teste di cozza ricordo che se volete entrare a far parte della ciurma di Atariteca potete farlo unendovi al suo gruppo Telegram.
Un ringraziamento al governatore delle Barbados “SCHIAVS” per aver lasciato il seguente sintetico ma efficace commento su Apple Podcast: “NARRATORE FANTASTICO
Corpo di mille balene! Volete finire nello scrigno di Davy Jones? Levate l’ancora. Partiamo!

monkey island
Meditando l’arrembaggio: Danilo Puce e Flavio Carlini appena prima di assaltare il buffet

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arrivo su un cargo battente bandiera liberiana e mi installo nella cultura pop anni 80/90. Atariano della prima ora, tutte le notti guardo le stelle e aspetto che arrivino gli UFO.

Il Blister di Retrogaming

Categorie

Connettiti con l'autore

Support Atariteca Podcast

UNA PILLOLA A CASO

STAR WARS ATARI: Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana

STAR WARS ATARI: Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana

Vedo Star Wars al cinema nel 1977, non ho neanche sei anni che voglio già far parte di quella m ...